Informazione > Notizie

13.09.2012

PMI con certificazione ambientale


Il Ministero dell'Ambiente eroga contributi alle piccole e medie imprese che hanno conseguito la certificazione dei sistemi di gestione ambientale in base alle norme ISO 14001 o EMAS.

Beneficiari
Possono richiedere il contributo le piccole e medie imprese industriali e di servizi, ad esclusione di quelle appartenenti ai settori: agroalimentare di prima trasformazione, pesca e acquacoltura.

Costi finanziabili
Il contributo viene erogato - a consuntivo - a fronte dei costi sostenuti per servizi di consulenza relativi ad una delle seguenti finalità:

1) verifica e registrazione dell’organizzazione ai sensi del Regolamento EMAS;

2) certificazione del Sistema di Gestione Ambientale ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001;

3) verifica e registrazione EMAS di organizzazioni già certificate ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001.

Sono ammissibili al contributo le spese relative alle seguenti prestazioni:

a) consulenza finalizzata alla definizione/progettazione del Sistema di Gestione Ambientale;

b) ente di verifica e di certificazione;

c) realizzazione delle indagini finalizzate all’analisi ambientale iniziale (ad esempio: analisi delle emissioni, analisi degli scarichi, carotaggi, analisi fonometriche).

d) formazione specifica, sia per gli addetti dell’impresa sia per il responsabile del Sistema di Gestione Ambientale;

e) comunicazione ambientale: diffusione della politica/dichiarazione ambientale (in caso di EMAS), comunicazioni con le Istituzioni, la comunità locale e le realtà produttive relativamente al riconoscimento ottenuto, realizzazione di un’area ambientale del sito internet.

Contributi
I contributi vengono concessi nelle seguenti misure:

- Piccole imprese
tipologia di intervento 1): 80% della spesa (contributo massimo 15.000 euro);
tipologia di intervento 2): 40% della spesa (max 7.500 euro);
tipologia di intervento 3): 80% della spesa (max 7.500 euro).

- Medie imprese
tipologia di intervento 1): 75% della spesa (max 30.000 euro);
tipologia di intervento 2): 40% della spesa (max 16.000 euro);
tipologia di intervento 3): 75% della spesa (max 7.500 euro).

Presentazione delle domande
Le domande di contributo, con i relativi allegati, devono essere inoltrate al Ministero dell’Ambiente sia in formato cartaceo, sia su supporto elettronico (scansione della documentazione cartacea).
Le domande verranno esaminate, entro il termine di 60 giorni dal ricevimento,"nel rispetto dell’ordine cronologico di spedizione".
Conclusa la fase istruttoria, il Ministero ne comunicherà l'esito alle aziende ed emanerà i decreti di liquidazione del contributo ai beneficiari.

Il Ministero si riserva di comunicare attraverso il proprio sito web l’eventuale esaurimento delle risorse disponibili.

Secondo quanto riportato sul sito, alla data del 1° settembre risultavano disponibili 2 milioni di euro.

Tutte le informazioni nel sito del Ministero http://www.minambiente.it/home_it/menu.html?mp=/menu/menu_attivita/&m=argomenti.html|Sviluppo_sostenibile__SvS_.html|Incentivi_per_le_certificazioni_delle_PM.html

Il decreto è invece visibile a questo link http://www.minambiente.it/export/sites/default/archivio/normativa/dd_26_04_2012_313.pdf

Fonte: www.confindustria.venezia.it