Informazione > Notizie

01.01.2018

SISTRI: tra attesa e innovazioni

Quello che ci si aspettava e ci si augurava è arrivato, puntualmente con il DDL di fine anno.

L'entrata in vigore di SISTRI è stata prorogata di un ulteriore anno, cioè fino al 31 dicembre 2018.

Nel frattempo quindi resterà in uso il cosiddetto "doppio binario" e continueranno ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina SISTRI, e non si applicheranno le sanzioni previste.

Ci sarà tempo un altro anno, inoltre, per il subentro nella gestione del servizio da parte del concessionario.

Ecco in sintesi le novità previste dal Decreto, che riguardano da vicino l'operatività di tutte le aziende del settore rifiuti:

1) sarà possibile la compilazione e la tenuta del registro di carico e scarico e del formulario di trasporto anche in formato digitale;

2) a tal proposito sarà emanato (non si sa ancora quando) un Decreto ad hoc per la predisposizione del formato digitale degli adempimenti previsti;

3) sarà possibile la trasmissione della quarta copia del formulario di trasporto anche mediante posta elettronica certificata (PEC);

4) sarà applicata la prescrizione ordinaria prevista dal Codice Civile (dieci anni) al contributo di iscrizione al SISTRI;

5) saranno adottate apposite procedure per il recupero dei contributi SISTRl dovuti e non corrisposti e delle richieste di rimborso o conguaglio da parte degli utenti del sistema SISTRI;

6) estinta la sanzione dovuta per il mancato pagamento del contributo per l'iscrizione e, a seguito della regolarizzazione della posizione contributiva, saranno estinti anche gli interessi di mora maturati.

I primi tre punti introdurranno importanti innovazioni sulle quali stiamo già lavorando da tempo.

Resta aggiornato sul tema e segui le nostre newsletter! A breve comunicheremo le nuove potenziali funzionalità di Ecos.